Archivi tag: kuva

Alejandro COSTAS


Alejandro Costas è nato il 5 novembre 1958 a Ituzaingó, Provincia de Buenos Aires.
Dopo aver studiato per più di tre anni Scienze economiche, abbandona quegli studi per dedicarsi al disegno grafico e al disegno umoristico e mette a frutto queste sue conoscenze in una agenzia di pubblicità in Spagna nel 1984.
Al suo ritorno frequenta diversi atelier di disegno e pittura, e nel 1987 dipinge un murales al secondo piano dell’Ospedale dei bambini Dr. Ricardo Gutiérrez.
E’ membro fondatore del “ Grupo del Domingo “ con il quale espone in importanti centri culturali e gallerie d’arte di Buenos Aires.
Fa parte anche del gruppo ” 30 Pintores Naïf Argentinos ” che ha realizzato una mostra itinerante in Bulgaria, Polonia, Rep.Ceca, Italia e Ungheria.
Molte sue opere sono riprodotte su biglietti di auguri per le festività natalizie da parte di associazioni benefiche quali:Cáritas, Hospital de Niños Dr. Ricardo Gutiérrez, Asociación Argentina para la Infancia, Incucai, Crecer Juntos, F.A.D.E.R.C.A., Fundación Hospital de Pediatría Prof. Dr. Juan P. Garrahan, Fundación Huésped, L.A.L.C.E.C. (Central, Sucursal Avellaneda y Suc. Casilda) y Asociación Cooperadora del Hospital de Niños Sor María Ludovica (La Plata).
Dal dicembre 1993 partecipa al gruppo “ de Pintores Primitivos Modernos “ fondato a Esquel ( Chubut ) del ” Museo Naïf más austral del continente “, con questo gruppo realizza molteplici esposizioni in Argentina.
Le sue opere sono oggetto di collezione da parte di estimatori della pittura naif in Germania, Paraguay, Brasile, Colombia, Cile, Spagna, Panama, Portorico, Svizzera, Venezuela e Francia

 

 

 

Alejandro Costas was born November 5, 1958 in Ituzaingó, Provincia de Buenos Aires
After studying economics for more than three years, he abandoned his studies to devote himself to graphic design and humorous drawing and put his knowledge to good use in an advertising agency in Spain in 1984
On his return to Argentina he attended several drawing and painting studios, and in 1987 he painted a mural on the second floor of the Children’s Hospital Dr. Ricardo Gutiérrez
He is a founding member of the “Grupo del Domingo” with which he exhibits in important cultural centers and art galleries of Buenos Aires
He is also a member of the “30 Pintores Naïf Argentinos” group which has organized a traveling exhibition in Bulgaria, Poland, Czech Republic, Italy and Hungary
Many of his works are reproduced on greeting cards for Christmas festivities by charities
His works are the object of a collection by admirers of naive painting all over the world

 

Carole Béatrice PERRET

Carole Béatrice Perret è nata nel 1951 a Berna in Svizzera
Laureata in Arti Grafiche ha esercitato l’illustrazione pubblicitaria a Parigi e Losanna
Oltre alla passione per l’equitazione e per i suoi cavalli, l’altra sua grande passione è la pittura
Consigliata da una persona più esperta, si è avvicinata alla tecnica della tempera su tavola di legno, una tecnica che risale all’epoca del Quattrocento, prima della scoperta della pittura ad olio
La sua pittura deve essere classificata nell’Arte naïf, anche se si sfiora con certi temi il surrealismo
Dipinge “Harlequins” le cui scene evocano il magico mondo dell’infanzia, dove tutto è possibile, dove i giocattoli si incarnano e gli oggetti prendono vita
E’ molto conosciuta per i dipinti che esplorano il mondo della fantasia; dove mette in scena con umore e una delicata impertinenza delle monache con imponenti copricapi, vestite di blu e di bianco.
Queste devote un po’ angeli un po’ streghe, ci prendono in giro
Dal 1998 espone durante tutto l’anno in gallerie in Svizzera, Francia e in tutta Europa e le sue opere fanno parte di collezioni private in Europa, USA, Brasile, Giappone, Medio Oriente, Romania

 

 

Carole Béatrice Perret was born in 1951 in Bern, Switzerland
Graduated in Graphic Arts, she worked in advertising for Paris and Lausanne
Besides her passion for riding and her horses, her other great passion is painting
Recommended by a more experienced person, she approached the technique of tempera on a wooden table, a technique that dates back to the fifteenth century, before the discovery of oil painting
Her painting must be classified in the Naive Art, even if surrealism is touched with certain themes
She paints “Harlequins” whose scenes evoke the magical world of childhood, where everything is possible, where toys are embodied and objects come to life
She is well known for paintings that explore the world of fantasy; where she puts the nuns in a mood with a delicate impertinence with imposing headdresses, dressed in blue and white
These devotees, a little bit angels and witches, they make fun of us
Since 1998 she exhibits throughout the year in galleries in Switzerland, France and throughout Europe and her works are part of private collections in Europe, USA, Brazil, Japan, the Middle East, Romania.

Juli Cady RYAN

Juli Cady Ryan was born and raised on a farm in Northwestern Indiana, in the small town of LaPorte
Juli now resides in Cincinnati, OH, where she has lived for 26 years
Her experiences growing up with a mother, then later with her children with mental illness influenced her art greatly
A self-taught artist, Juli used her own struggles and her family’s to create whimsical paintings filled with color and hope, she wanted to be a voice for those suffering with mental illnessFrom her life on a farm she found the inspiration to transfer the emotions experienced through daily contact with the beauty of nature into her paintings
She started painting using acrylics and was influenced by both Gustav Klimt’s colorful shapes and Marc Chagall’s use of color and whimsy
Recently, she has started to use materials in a nontraditional, uncontrolled, free-flowing way often mixed with unconventional materials, creating backgrounds of color and shapesHer works are sold all over the world and have been included in various publications  and exhibited in many national exhibitions
She has also self-published a children’s book,” The Sleep Fairy and Her Magic Sheep”, a children’s bedtime story

 

 

Juli Cady Ryan è nata e cresciuta in una fattoria nell’Indiana nordoccidentale, nella piccola città di LaPorte
Juli ora risiede a Cincinnati, OH, dove ha vissuto per 26 anni
Le sue esperienze crescendo con una madre, poi in seguito con i suoi figli con malattie mentali hanno influenzato notevolmente la sua arte
Artista autodidatta, Juli ha usato le sue stesse lotte e la sua famiglia per creare quadri stravaganti pieni di colore e speranza, voleva essere una voce per coloro che soffrono di malattie mentali
Dalla vita trascorsa in una fattoria ha trovato l’ispirazione  per trasferire nei suoi dipinti le emozioni vissute attraverso il contatto giornaliero con la bellezza della natura
Ha iniziato a dipingere utilizzando acrilici ed è stata influenzata dalle forme colorate di Gustav Klimt e dall’uso di colori e bizzarrie di Marc Chagall
Recentemente, ha iniziato a utilizzare i materiali in modo non tradizionale, incontrollato e scorrevole, spesso mescolati a materiali non convenzionali, creando sfondi di colori e forme
Le sue opere sono vendute in tutto il mondo e sono state inserite in diverse pubblicazioni ed esposte in svariate mostre a livello nazionale
Ha anche auto-pubblicato un libro per bambini, “The Sleep Fairy e Her Magic Sheep”, la favola della buonanotte dei bambini

For more information

Web site

Instagram

Facebook

Ivan RABUZIN


Ivan Rabuzin ( 1921-2008 ) è stato uno degli artisti naïf più rappresentativi e famosi della Croazia.
E’ nato a Ključ un piccolo comune vicino a Novi Marof, regione dello Hrvatsko Zagorje.
Compie la scuola statale per artigianato di Zagabria ( il suo lavoro era carpentiere)  e al tempo stesso frequenta un corso serale di disegno per imparare le conoscenze di base per avvicinarsi a quella che è stata l’autentica passione della sua vita.
Nel 1956 ha tenuto la sua prima mostra personale a Novi Marof e nel 1963 ha esposto le sue opere in una solitaria presso la galleria “ Monna Lisa “ di Parigi, dallo stesso anno si è dedicato completamente alla pittura
I suoi quadri raccontano di un mondo pittoresco dove in una luce senza ombre trovano spazio in linee rotonde, fiori, alberi, colli,nuvole
Troverete i suoi disegni sui servizi in porcellana della Rosenthal, la ditta nota in tutto il mondo

 

 

Ivan Rabuzin (1921-2008) was one of the most representative and famous naïf artists in Croatia
He was born in Ključ a small town near Novi Marof, region of Hrvatsko Zagorje.
Performs the state school of craftwork in Zagreb (his work was a carpenter ) and at the same time attends an evening drawing course to learn the basic knowledge to get closer to what was the true passion of his life
In 1956 he held his first personal exhibition at Novi Marof and in 1963 he exhibited his works in a solitary at the “Monna Lisa” gallery in Paris, from the same year he devoted himself entirely to painting
His paintings tell of a picturesque world where in a light without shadows find space in round lines, flowers, trees, hills, clouds
You will find his drawings on Rosenthal porcelain services, the company known throughout the world

Valquiria Farias de Barros Elgueta

Valquiria

Valquiria nasce nel 1951 nella piccola Jaguarão nello Stato di Minas Gerais nel sud-est del Brasile, dove rimarrà fino ai 18 anni per poi trasferirsi dal 1974 nello Stato di San Paolo
Durante gli studi compiuti a Belo Horizonte ha scoperto di poter tradurre le sue sensazioni attraverso l’arte iniziando a raffigurare alcune scene che ritraevano la sua presenza nei campi
Nei suoi quadri ritrae gli usi e costumi della sua gente e la profondità dei suoi paesaggi, in cui prevalgono i toni calmi capaci di trasmettere una sensazione di pace e armonia
Le sue figure umane sono semplici, come semplice è la sua gente, così come le sue scene rurali ritraggono la semplicità dei gesti di chi lavora nei campi
Il colore verde è una costante di tutti i suoi quadri, un colore con cui vuole trasmettere un messaggio di pace attraverso le sue raffigurazioni che sembrano delle autentiche oasi di pace in un mondo attuale pieno al contrario di frenesia

 

 

 

 

 

Valquiria was born in 1951 in the small Jaguarão in the State of Minas Gerais in the south-east of Brazil, where she will stay up to 18 years and then move from 1974 to the State of Sao Paulo
During her  studies in Belo Horizonte she discovered she could translate her feelings through art, starting to depict some scenes depicting her presence in the fields
In her paintings she portrays the uses and customs of her people and the depth of her landscapes, in which calm tones prevail, capable of transmitting a feeling of peace and harmonyHer human figures are simple, how simple her people are, just as her rural scenes portray the simplicity of the gestures of those who work in the fields
The green color is a constant of all her paintings, a color with which she wants to convey a message of peace through her depictions that look like authentic oases of peace in a current world full as opposed to frenzy

 

 

Ritchie COLLINS


Ritchie Collins è nato nel 1978 a Prestwick un paesino lungo la costa occidentale della Scozia, ha studiato Design e Illustrazione presso il College of Building and Printing a Glasgow.
Dopo aver viaggiato per qualche tempo è diventato il Gallery manager della Galleria d’arte Just Art situata in Morningside a Edimburgo.
Dal 2010 ha aperto una sua Galleria, the Ritchie Collins Gallery nel cuore di Leith storico sobborgo di Edimburgo
La pittura di Ritchie è influenzata dagli scorci delle coste scozzesi e dai paesaggi che le circondano, ma anche dall’arte celtica; colori vibranti, forme semplici e spesso in movimento si combinano insieme e danno alle sue opere un tocco di assoluta originalità
Parlando del suo lavoro, Richie dice: “Tutte le cose che dipingo provengono da sogni o ricordi di luoghi in cui sono stato. Ciò che per me è importante è cercare di catturare i veri sentimenti di un luogo nel tempo, piuttosto che la realtà”
I suoi dipinti e le stampe in edizione limitata sono in molte collezioni d’arte private

 

 

 

 

Ritchie Collins was born in 1978 in Prestwick, a small town along the west coast of Scotland, studied Design and Illustration at the College of Building and Printing in Glasgow
After traveling for some time he became the Gallery manager of the Just Art art gallery located in Morningside in Edinburgh
Since 2010 he has opened his own Gallery, the Ritchie Collins Gallery in the heart of Leith’s historic suburb of Edinburgh
Ritchie’s painting is influenced by the views of the Scottish coasts and the landscapes that surround them, but also by Celtic art; vibrant colors, simple and often moving shapes combine together and give his works a touch of absolute originality
Talking about his work Richie says: “All the things I paint come from dreams or memories of places I’ve been. What is important to me is trying to capture the true feelings of a place in time, rather than the reality.”
His paintings and limited edition prints are in many private art collections

 

 

Emma Davis

Emma Davis è nata nel 1975 in Scozia in una famiglia di artisti.
Ha studiato Arte contemporanea e pittura per quattro anni alla Scuola d’Arte di Glasgow dove si è laureata nel 1998.
Ha esposto le sue opere in molte gallerie d’arte della Scozia e nel 1999 ha vinto il Alexander Graham Munro Travel Award, assegnato dalla Royal Scottish Society of Painters in Watercolours (RSW).
Nel 2002 Emma Davis ha vinto il Sir William Giles art award alla RSW nella annuale esibizione.
Ha vinto numerosi altri premi durante le varie mostre tenute attraverso il Regno Unito.
Emma Davis dei suoi dipinti dice : “ Io da sempre amo I paesaggi della Scozia e sono cresciuta circondata dalle bellezze del mio Paese. Le mie opere esprimono la mia personalità e le mie emozioni verso particolari zone della mia Scozia, la tonalità della luce e dei colori che vedo intorno a me influenzano ciò che dipingo ogni giorno”.

 

 

 

 

Emma Davis was born in 1975 in Scotland into a family of artists
She studied contemporary art and painting for four years at the Glasgow School of Art where she graduated in 1998
She exhibited her works in many Scottish art galleries and won the Alexander Graham Munro Travel Award in 1999, awarded by the Royal Scottish Society of Painters in Watercolors (RSW)
In 2002 Emma Davis won the Sir William Giles art award at RSW in the annual performanceShe has won numerous other awards during various exhibitions held across the UK
Emma Davis of her paintings says: “I have always loved the landscapes of Scotland and I grew up surrounded by the beauties of my country. My works express my personality and my emotions towards particular areas of my Scotland, the tone of light and the colors I see around me influence what I paint every day “

 

Vino & Olio 100% italiani in offerta!

Gordon WILSON

gordonwilsonGordon Wilson è nato nel 1968 e cresciuto a Glasgow dove attualmente vive con la moglie e due figli
Ha studiato alla Scuola d’Arte di Glasgow e ha lavorato per molti anni nel mondo dell’arte come designer, corniciaio, restauratore e artista.
In gioventù Gordon fu ispirato dal cartoonist David Sutherland e dal padre che era una acquerellista, mentre altre influenze artistiche nei suoi lavori derivano da artisti come Freud, Byrne, Stanley Spencer, Howson and Currie
Lavora prevalentemente ad olio e le sue tele sono ispirate e risentono dell’influenza della sua natia Scozia
Le sue opere sono presenti in collezioni private e non in tutto il mondo.

 

 

 

 

Gordon Wilson was born in 1968 and grew up in Glasgow, where he is now based with his wife and two children
He studied at the Glasgow School of Art and worked for many years in the art world as a designer, picture fremer and artist
In his youth, Gordon was inspired by cartoonist David Sutherland and his father who was a watercolorist, while other artistic influences in his work derive from artists such as Freud, Byrne, Stanley Spencer, Howson and Currie
He works mainly in oil and his paintings are inspired and influenced by the influence of his native Scotland
His works are present in private collections and not all over the world

 

Colette BRUNELIÈRE

Colette Brunelière è nata a Auvers sur Oise un piccolo paesino situato nel dipartimento della Val-d’Oise nella regione dell’Île-de-France,celebre per aver ospitato tanti rinomati artisti che qui hanno creato molti dei loro capolavori, tra tutti Cézanne ma soprattutto Van Gogh, che qui visse gli ultimi tre mesi di vita e dove è sepolto nel cimitero locale.
Colette attualmente vive a Champsur Laye, nella regione dell’Hautes-Alpes.
Dopo aver frequentato l’Università, ha cresciuto i suoi quattro figli e da alcuni anni a questa parte si dedica interamente alla sua passione, la pittura.
Questa stimata pittrice francese riesce a conciliare il mondo reale con quello dei sogni e in ogni suo quadro non si fatica a ritrovare il momento di vita che vuole in qualche modo fissare

 

 

 

Colette Brunelière was born in Auvers sur Oise a small village located in the department of Val-d’Oise in the Île-de-France region, famous for having hosted many renowned artists who created many of their masterpieces here, among all Cézanne but especially Van Gogh, who lived here the last three months of his life and where he is buried in the local cemetery
Colette currently lives in Champsur Laye, in the Hautes-Alpes region
After attending the University, she raised her four children and for some years has devoted herself entirely to he passion, painting
This esteemed French paintress manages to reconcile the real world with that of dreams and in every one of her paintings it is not hard to find the moment of life that she wants to fix in some way

 

Sara Mead

 

Sara Mead è una pittrice scozzese che ha vissuto fino al 2007 a Paisley nel  Renfrewshire una delle 32 aree amministrative della Scozia, per poi trasferirsi a Moseley, un sobborgo di Birmingham.
Ha iniziato a dipingere con continuità dal 1999 supportata ed incoraggiata da Tom Shanks, rinomato acquarellista scozzese.
Nei suoi dipinti ama spesso ritrarre dettagli della vita quotidiana dei piccoli porti, usando tonalità calde ed appassionate che riflettono le emozioni tipiche dei paesaggi marinari.
Ha partecipato a svariate mostre in Scozia e i suoi lavori sono esposti in molteplici gallerie del Regno Unito.

 

 

Sara Mead is a Scottish paintress who lived until 2007 in Paisley in Renfrewshire one of the 32 administrative areas of Scotland, then moved to Moseley, a suburb of Birmingham
She  started painting with continuity since 1999 supported and encouraged by Tom Shanks, a renowned Scottish watercolorist
In her paintings she often loves to portray details of the daily life of small ports, using warm and passionate tones that reflect the typical emotions of sea landscapes
She has participated in various exhibitions in Scotland and his works are exhibited in multiple galleries in the United Kingdom