Archivi tag: women

Ritchie COLLINS


Ritchie Collins è nato nel 1978 a Prestwick un paesino lungo la costa occidentale della Scozia, ha studiato Design e Illustrazione presso il College of Building and Printing a Glasgow.
Dopo aver viaggiato per qualche tempo è diventato il Gallery manager della Galleria d’arte Just Art situata in Morningside a Edimburgo.
Dal 2010 ha aperto una sua Galleria, the Ritchie Collins Gallery nel cuore di Leith storico sobborgo di Edimburgo
La pittura di Ritchie è influenzata dagli scorci delle coste scozzesi e dai paesaggi che le circondano, ma anche dall’arte celtica; colori vibranti, forme semplici e spesso in movimento si combinano insieme e danno alle sue opere un tocco di assoluta originalità
Parlando del suo lavoro, Richie dice: “Tutte le cose che dipingo provengono da sogni o ricordi di luoghi in cui sono stato. Ciò che per me è importante è cercare di catturare i veri sentimenti di un luogo nel tempo, piuttosto che la realtà”
I suoi dipinti e le stampe in edizione limitata sono in molte collezioni d’arte private

 

 

 

 

Ritchie Collins was born in 1978 in Prestwick, a small town along the west coast of Scotland, studied Design and Illustration at the College of Building and Printing in Glasgow
After traveling for some time he became the Gallery manager of the Just Art art gallery located in Morningside in Edinburgh
Since 2010 he has opened his own Gallery, the Ritchie Collins Gallery in the heart of Leith’s historic suburb of Edinburgh
Ritchie’s painting is influenced by the views of the Scottish coasts and the landscapes that surround them, but also by Celtic art; vibrant colors, simple and often moving shapes combine together and give his works a touch of absolute originality
Talking about his work Richie says: “All the things I paint come from dreams or memories of places I’ve been. What is important to me is trying to capture the true feelings of a place in time, rather than the reality.”
His paintings and limited edition prints are in many private art collections

 

 

Emma Davis

Emma Davis è nata nel 1975 in Scozia in una famiglia di artisti.
Ha studiato Arte contemporanea e pittura per quattro anni alla Scuola d’Arte di Glasgow dove si è laureata nel 1998.
Ha esposto le sue opere in molte gallerie d’arte della Scozia e nel 1999 ha vinto il Alexander Graham Munro Travel Award, assegnato dalla Royal Scottish Society of Painters in Watercolours (RSW).
Nel 2002 Emma Davis ha vinto il Sir William Giles art award alla RSW nella annuale esibizione.
Ha vinto numerosi altri premi durante le varie mostre tenute attraverso il Regno Unito.
Emma Davis dei suoi dipinti dice : “ Io da sempre amo I paesaggi della Scozia e sono cresciuta circondata dalle bellezze del mio Paese. Le mie opere esprimono la mia personalità e le mie emozioni verso particolari zone della mia Scozia, la tonalità della luce e dei colori che vedo intorno a me influenzano ciò che dipingo ogni giorno”.

 

 

 

 

Emma Davis was born in 1975 in Scotland into a family of artists
She studied contemporary art and painting for four years at the Glasgow School of Art where she graduated in 1998
She exhibited her works in many Scottish art galleries and won the Alexander Graham Munro Travel Award in 1999, awarded by the Royal Scottish Society of Painters in Watercolors (RSW)
In 2002 Emma Davis won the Sir William Giles art award at RSW in the annual performanceShe has won numerous other awards during various exhibitions held across the UK
Emma Davis of her paintings says: “I have always loved the landscapes of Scotland and I grew up surrounded by the beauties of my country. My works express my personality and my emotions towards particular areas of my Scotland, the tone of light and the colors I see around me influence what I paint every day “

 

Vino & Olio 100% italiani in offerta!

Colette BRUNELIÈRE

Colette Brunelière è nata a Auvers sur Oise un piccolo paesino situato nel dipartimento della Val-d’Oise nella regione dell’Île-de-France,celebre per aver ospitato tanti rinomati artisti che qui hanno creato molti dei loro capolavori, tra tutti Cézanne ma soprattutto Van Gogh, che qui visse gli ultimi tre mesi di vita e dove è sepolto nel cimitero locale.
Colette attualmente vive a Champsur Laye, nella regione dell’Hautes-Alpes.
Dopo aver frequentato l’Università, ha cresciuto i suoi quattro figli e da alcuni anni a questa parte si dedica interamente alla sua passione, la pittura.
Questa stimata pittrice francese riesce a conciliare il mondo reale con quello dei sogni e in ogni suo quadro non si fatica a ritrovare il momento di vita che vuole in qualche modo fissare

 

 

 

Colette Brunelière was born in Auvers sur Oise a small village located in the department of Val-d’Oise in the Île-de-France region, famous for having hosted many renowned artists who created many of their masterpieces here, among all Cézanne but especially Van Gogh, who lived here the last three months of his life and where he is buried in the local cemetery
Colette currently lives in Champsur Laye, in the Hautes-Alpes region
After attending the University, she raised her four children and for some years has devoted herself entirely to he passion, painting
This esteemed French paintress manages to reconcile the real world with that of dreams and in every one of her paintings it is not hard to find the moment of life that she wants to fix in some way

 

Sara Mead

 

Sara Mead è una pittrice scozzese che ha vissuto fino al 2007 a Paisley nel  Renfrewshire una delle 32 aree amministrative della Scozia, per poi trasferirsi a Moseley, un sobborgo di Birmingham.
Ha iniziato a dipingere con continuità dal 1999 supportata ed incoraggiata da Tom Shanks, rinomato acquarellista scozzese.
Nei suoi dipinti ama spesso ritrarre dettagli della vita quotidiana dei piccoli porti, usando tonalità calde ed appassionate che riflettono le emozioni tipiche dei paesaggi marinari.
Ha partecipato a svariate mostre in Scozia e i suoi lavori sono esposti in molteplici gallerie del Regno Unito.

 

 

Sara Mead is a Scottish paintress who lived until 2007 in Paisley in Renfrewshire one of the 32 administrative areas of Scotland, then moved to Moseley, a suburb of Birmingham
She  started painting with continuity since 1999 supported and encouraged by Tom Shanks, a renowned Scottish watercolorist
In her paintings she often loves to portray details of the daily life of small ports, using warm and passionate tones that reflect the typical emotions of sea landscapes
She has participated in various exhibitions in Scotland and his works are exhibited in multiple galleries in the United Kingdom

 

Paul ROBINSON


Paul Robinson è nato a Penrith nel 1959, nella Contea di Cumbria nel Regno Unito ed è cresciuto nel villaggio di Lazonby nel cuore della Eden Valley.
Ha studiato arte al Carlisle College, quindi si è trasferito a Londra dove è diventato un illustratore di successo di molte pubblicazione tra cui The Sunday Times, Radio Times e Time Out magazine, per poi dedicarsi completamente alla pittura.
Nel 1999 si è trasferito nella Contea di Norfolk dove grazie alla contemplazione di un paesaggio fatto di mare e cielo ha trovato la giusta quiete per poter raccontare nelle sue tele con uno stile del tutto particolare la vita di tutti i giorni, quella che in pratica ciascuno degli abitanti può vedere dall’uscio di casa di un qualsiasi villaggio che si affaccia sulla costa del mare del Nord.

 

 

Paul Robinson was born in Penrith in 1959, in the County of Cumbria in the United Kingdom and grew up in the village of Lazonby in the heart of Eden Valley.
He studied art at Carlisle College, then moved to London where he became a successful illustrator of many publications including The Sunday Times, Radio Times and Time Out magazine, to then devote himself entirely to painting.
In 1999 he moved to the County of Norfolk where, thanks to the contemplation of a landscape made of sea and sky, he found the right quiet to be able to tell everyday in his canvases with a very particular style that life that each of the inhabitants can see from the door of a house of any village that overlooks the coast of the North Sea

Perchè solo oggi?

fragola

Come ogni anno è arrivato il 25 novembre il giorno in cui si celebra la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, e dall’alba giornali e tv se ne interessano, pubblicando un titolo il più possibile accattivante o mandando in onda una sorta di spottone pubblicitario.
Tra poche ore quando allo scoccare della mezzanotte la Cenerentola di turno sarà rientrata in quelle mura domestiche dove nel 90% dei casi avvengono le violenze, come d’incanto tutto il clamore finirà e da domani per altri 364 giorni si parlerà della violenza sulle donne solo quando a una di loro toccherà di essere uccisa!
Perché?