Archivi tag: Batang Rejang

SARAWAK – alla scoperta dei parchi naturali

cerbottanaLe foreste tropicali che ricoprono il territorio della Malesia sono considerate le più antiche del pianeta e in questo meraviglioso ecosistema vivono specie ancora ignote alla scienza.
Quello che vi aspetta nella regione di Sarawak è un viaggio emozionante, tra trekking mozzafiato e flora e fauna incredibili.
Grazie al clima tropicale e alle abbondanti precipitazioni troverete una vegetazione ricchissima, con una rara varietà di alberi, piante e fiori, comprese molte specie endemiche come la rafflesia, il fiore più grande del mondo, che può raggiungere fino a 1 m di diametro.
In questo paradiso tropicale trovano ospitalità 2.000 diversi tipi di alberi, 5.500 specie vegetali, migliaia di esemplari di felci e orchidee, mentre si contano 7.000 differenti insetti, 1.200 specie di uccelli, 10 diverse varietà di scimmie, 290 razze di mammiferi e migliaia di farfalle.
Di seguito vi segnalo i più importanti parchi naturali e il Sarawak Cultural Village dove potrete fare una full immersion nelle diverse culture di questa regione.

uccello

Gunung Mulu National Park
Decretato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità nel 2000, è il più grande ed imponente Parco nazionale del Sarawak, si trova vicino al confine con il Brunei e vanta una foresta pluviale incontaminata, dove dominano picchi calcarei e maestose grotte.
Tra le grotte più spettacolari ci sono la Wind, la Clear e la Deer Cave, dalle quali, verso sera, vengono fuori migliaia di pipistrelli.
Bako National Park
Il parco, situato nella penisola di Santubong a nord di Kuching, si estende per 2.728 ettari tra le foci dei fiumi Sarawak e Bako, una zona di grande bellezza, con coste orlate da mangrovie e promontori rocciosi interrotti solo da candide spiagge.
E’ il posto migliore per avvistare la nasica, rarissima scimmia con la proboscide, e per poter osservare il Nepente.
Gading National Park
Situato nell’estremità occidentale del Sarawak il Gading National Park annovera come sua principale attrazione la Rafflesia, il fiore più grande del mondo, simbolo del Sarawak.
Similajau National Park
Un parco nazionale, a nord est di Bintulu, con alcune delle spiagge più belle del Sarawak.
Niah National Park
A metà strada tra Bintulu e Miri il Parco ospita imponenti grotte al cui interno vengono raccolti i nidi di rondine impiegati nella prelibata zuppa cinese.
Kubah National Park
Si estende su una serie di colline calcaree a meno di un’ora dalla capitale Kuching. All’interno del parco, percorsi di trekking attraverso la fitta foresta tropicale conducono ad una vista panoramica del paesaggio circostante e della costa sud-occidentale del Sarawak. Peculiare la presenza delle più varie specie di palme ed orchidee.
All’interno di questo parco si trova il Matang Wildlife Centre, il più importante del Sarawak per la salvaguardia e il reinserimento nel loro habitat di animali cresciuti in cattività, in particolare dei giovani oranghi.
Tanjung Datu National Park
Situato all’estremità sud-occidentale del Sarawak, è il parco nazionale più piccolo del paese: al largo di questo lembo di costa, un vero paradiso ecologico per le tartarughe che qui vengono a deporre le uova, si trovano barriere coralline multicolori tra le più belle del Sarawak e meravigliosi fondali.
Loagan Bunut
Raggiungibile da Miri, è il più vasto lago naturale del Sarawak, caratterizzato da un ecosistema in continua trasformazione è un paradiso assoluto per gli amanti del birdwatching e un’occasione da non perdere per visitare le longhouse, i villaggi dei Berawan e scoprire i metodi di pesca tradizionali praticati dalla popolazione locale.
Lambir National Park
Probabilmente la foresta tropicale che presenta la più alta diversità biologica al mondo: innumerevoli varietà di piante e fiori, oltre a 157 diverse specie di uccelli. All’interno del parco si trovano splendidi percorsi di trekking, una torre panoramica, laghetti e cascate, il tutto a soli 30 minuti da Miri.
Batang Rejang
Il grande fiume costituisce l’arteria principale per il commercio con l’entroterra per l’intero Sarawak. Il periodo migliore per compiere un viaggio sul fiume è tra maggio e giugno durante il Gawai, la cerimonia del raccolto dei Dayak.
Sarawak Cultural Village
Ai piedi del leggendario monte Santubong, di fronte al Mar della Cina Meridionale, vi aspetta il villaggio culturale del Sarawak con la sua tradizionale calda ospitalità.
Qui avrete la possibilità di condividere le attività delle maggiori culture del Sarawak, come i giochi, le arti, il cibo e la musica, mentre nel   moderno teatro si alternano   spettacoli di danza delle varie culture locali.

KUCHING la capitale del Sarawak

statuegattiKuching sorge quasi interamente sulla riva meridionale del Sungai Sarawak ed era infatti chiamata Sarawak fino al XIX secolo, fu Charles Brooke, il secondo rajah bianco, a conferirle nel 1872 la denominazione attuale.
In lingua malese Kuching significa “gatto” e, secondo una delle teorie più attendibili, Kuching fu chiamata come il fiume omonimo, il cui nome, a sua volta, risulta legato ad un albero da frutta diffuso nella zona, il mata kuching, che produce frutti simili, per forma, agli occhi dei gatti, per cui non sorprendetevi se in diverse parti del centro vi capiterà di incontrare enormi statue che riproducono i felinidomestici”.
Kuching è una città piuttosto vasta, di chiara impronta coloniale e con un centro, molto compatto, che vanta differenti edifici di epoca ottocentesca, i sobborghi situati lungo il fiume e i numerosi giardini e parchi ottimamente salvaguardati fanno di Kuching una delle città più interessanti e … più verdi del Sud Est Asiatico.
Se avrete tempo di visitarla, non essendo quindi solo di passaggio, vi consiglio di non perdervi:
Museo del Sarawak
Tra i più bei musei dell’Asia raccoglie collezioni di oggetti etnici e archeologici del Borneo oltre a ceramiche ottomane, vasi cinesi e pezzi d’arredo davvero unici nel loro genere ( ingresso gratuito, tutti i giorni dalle 9 alle 18 ).
Forte Margherita
Barriera di difesa contro i pirati che venivano dal mare, il forte fu costruito nel 1879 da Charles Brooke, ed intitolato a sua moglie, la Ranee Margaret. Oggi è sede del Police Museum.
Astana
Risalendo il fiume dal Forte si incontra questo edificio che fu la residenza del secondo e del terzo rajah bianco.
Oggi é sede ufficiale del Capo di Stato e pur non essendo più aperto al pubblico, anche dall’esterno è possibile apprezzarne la magnificenza percorrendo la passeggiata lungo fiume, soprattutto di sera quando l’edificio é illuminato.
Court House e Brooke memorial 

Il Palazzo di Giustizia, antica sede del governo dei Brooke, fu aperto nel 1874 ed é tuttora in uso. Di fronte all’edificio svetta la Torre dell’Orologio e un monumento costruito in memoria di Charles Brooke.
Tempio di Tua Pek Kong

E’ il tempio cinese più antico della città: costruito nel 1876, sorge tra Jalan Tunku Abdul Rahman e il Main Bazaar.
Tempio di Hong San

Fu costruito nel 1895 in onore del dio Kuek Seng.
Cat Museum 

L’unico museo al mondo a raccogliere oggetti e notizie curiose sulla vita dei gatti.
Il Mercato della domenica

Si tiene ogni domenica mattina a Jl Satok ed è considerato uno dei migliori di tutto il Sarawak, troverete davvero di tutto in questo mercato: spezie, frutta, pesce fresco, cinghiali e capre macellate e appese insieme a tartarughe, orchidee, uccelli e a tante cianfrusaglie.

COME ARRIVARE A KUCHING
La Malaysia Airlines opera voli giornalieri per Kuching da Kuala Lumpur, Penang, Johor Bahru, Kota Kinabalu e Singapore.
Dall’Italia occorrono 12 ore di volo per raggiungere Kuala Lumpur e 1 ora e 45 minuti per il volo da Kuala Lumpur a Kuching.
COME SPOSTARSI

In auto/autobus
: la strada nazionale che si snoda da Kuching al confine con il Brunei è completamente asfaltata; diversi autobus collegano ogni giorno Kuching con i maggiori centri, Sibu, Bintulu e Miri.
In nave:
imbarcazioni, chiamate express boat, confortevoli e provviste d’aria condizionata, collegano Sibu a Kapit e ad altri centri minori, lungo il Batang Rejang e via mare effettuano servizio tra Kuching e Sibu.